Utilizzo dei solai collaboranti in legno lamellare e calcestruzzo: tempi ridottissimi di posa e leggerezza. Progettazione antisismica con impiego di giunti “shock transmItter”.

Collaborazione virtuosa tra progettazione architettonica, progettazione strutturale
e impiantistica, con l’obiettivo di garantire la massima fruibilità dell’edificio.

Realizzato nel pieno rispetto della più recente normativa anti-sismica, il complesso Futura si caratterizza per l’elevata integrazione tecnologica fra materiali diversi e per l’utilizzo strutturale del legno lamellare per la realizzazione di ampi piani orizzontali.

Il complesso presenta un parcheggio coperto con struttura in calcestruzzo prefabbricato per 165 posti auto su cinque piani, di cui due interrati, e una piastra commerciale su due livelli per oltre 8.000 mq. Circa 5.500 mq sono riservati ad appartamenti ed uffici di elevato pregio, con tutte le più moderne soluzioni tecnico-funzionali, che si sviluppano su due torri, di cui la più alta è di 12 piani. Proprio per gli edifici a torre è stata adottata la soluzione a solaio collaborante in legno lamellare e calcestruzzo: si tratta di interi pannelli in legno, prefabbricati e assemblati in stabilimento e portati sul posto, dove sono stati montati e fissati.

12

i piani della torre più alta dell’edificio

 

180

kg /mq il peso (travi comprese) dei solai collaboranti in legno lamellare e calcestruzzo

Realizzato nel pieno rispetto della più recente normativa anti-sismica, il complesso Futura si caratterizza per l’elevata integrazione tecnologica fra materiali diversi e per l’utilizzo strutturale del legno lamellare per la realizzazione di ampi piani orizzontali.

Il complesso presenta un parcheggio coperto con struttura in calcestruzzo prefabbricato per 165 posti auto su cinque piani, di cui due interrati, che serve da interconnessione logistica con la linea metropolitana, e una piastra commerciale su due livelli per oltre 8.000 mq, con geometria particolarmente complessa. Circa 5.500 mq sono riservati ad appartamenti ed uffici di elevato pregio, con tutte le più moderne soluzioni tecnico-funzionali, che si sviluppano su due torri, di cui la più alta è di 12 piani. Proprio per gli edifici a torre è stata adottata la soluzione a solaio collaborante in legno lamellare e calcestruzzo: si tratta di interi pannelli in legno, prefabbricati e assemblati in stabilimento e portati sul posto, dove sono stati montati e fissati con un getto integrativo.

Considerando la collocazione in zona sismica del complesso, l’ufficio tecnico Moretti ha messo a punto un sistema che utilizza due giunti di materiale areoplastico molto particolari, con portata di circa 40 t, che sotto sforzi istantanei non si muovono, ma sotto sforzi durevoli, determinati dal cambio di temperatura stagionale, si dilatano fino a 5-8 cm. Questo ha permesso di considerare le due parti laterali della torre come un blocco unico, con notevole risparmio economico e di calcolo sulle sezioni. L’utilizzo della soluzione a solaio collaborante in legno lamellare e calcestruzzo, oltre a garantire grande leggerezza (il solaio, travi comprese, pesa solo circa 180 kg/mq), ha permesso di eseguire il lavoro in tempi ridottissimi, con la garanzia di massima qualità.